TOP

ATP Cortina: tennis sotto le Tofane e un mental coach? Prestami una racchetta!

Gli internazionali di tennis di Cortina visti con gli occhi di una giornalista d’eccezione, Laura Guidobaldi (Ubitennis),  che è venuta a trovarci tra le Dolomiti e ci ha lasciato questo bel resoconto che molto volentieri pubblichiamo.

Copia di mantegazza gidobaldi.jpg

Laura Guidobaldi con il direttore degli Internazionali di Cortina, Andrea Mantegazza (©RDOphoto)

Finito il tourbillon di tennis e mare nella festaiola Umago, è stata la volta dei campi della Perla delle Dolomiti. Atmosfera fresca e frizzante per il Challenger di Cortina, giunto alla quarta edizione che ha incoronato il biondo e ricciolone spagnolo Roberto Carballes Baena. La cornice è da sogno, ça va sans dire… Il Country Club è circondato da alcune delle maestose ed eleganti montagne del cortinese: le Tofane, il Pomagagnon, e il gruppo del Cristallo… Senza contare gli spazi sconfinati dei prati e dei boschi di conifere. Ma il connubio tennis & montagna è arricchito da eventi sempre più spumeggianti, coinvolgendo tanti Vip, la gastronomia, il mental coaching e il torneo per i media.

montagne copia.jpeg

Lo spettacolo unico al mondo delle Dolomiti d’Ampezzo, così come si possono ammirare dal Country Club di Cortina (©RDOphoto)

Esperienza macrobiotica… ricordando Flavia

Cortina e le sue montagne ci fanno pensare al wellness; benessere, salute e alimentazione sana sono al rendez-vous nelle Dolomiti. E allora, insieme al collega e amico Ilvio Vidovich e consorte, come non fare una puntatina nei pressi di Belluno per gustare i prodotti di un fornitissimo punto vendita e ristorante di cibo macrobiotico! Tra un bel piatto vegetariano e un mix di ricette di pesce freschissimo, il titolare, originario di Brindisi, sapendo che la ragione del nostro viaggio è il tennis, ci svela essere nientemeno che un lontano parente di Flavia Pennetta! Quando si dice che il mondo è piccolo…

Una grigliata sotto le Tofane

Rimanendo in tema di cibo e convivialità, il Challenger di Cortina ha tenuto a far degustare ogni giorno ai suoi ospiti e al suo staff piatti tipici della zona. E allora, spazio allo spezzatino ai funghi con la polenta, costicine alla griglia, salsicce di montagne e quant’altro. Di fronte a noi, sotto il sole di luglio e rinfrescati dalla brezza di montagna, questa volta non c’era il mare cristallino dell’Adriatico, bensì il mestoso gruppo delle Tofane. Dai tavoli del buffet, si potevano scorgere gli impianti da sci delle celebri cime che, tra qualche mese, accoglieranno migliaia di appassionati degli sport invernali.

Copia di jaguar.jpg

L’ingresso del Tennis Country club di Cortina (©RDOPHOTO)

 

lopez e le costicine.jpeg

A PROPOSITO DI MANGIARE TIPICO. Anche il PR Stefano Lopez sembra aver apprezzato (©RDOphoto)

 

LA BECHERIA.jpeg

Gli amici de “La Bacheria”, autori dei pranzi durante la settimana degli Internazionali (©RDOphoto)

Tennis & mental coach

Non sono mancati gli approfondimenti legati al percorso sportivo e mentale degli atleti. La giornata della finale è stata infatti arricchita da una conferenza sul tennis e il mental coaching tenuta dal nostro esperto in materia Ilvio Vidovich. Il responsabile della rubrica di Ubitennis “Nei dintorni di Djokovic” ha illustrato agli organizzatori del torneo, atleti e giornalisti il ruolo, le tecniche e gli obbiettivi del mental coaching, in un’appassionante dimostrazione di quasi due ore.

Copia di conferenza domenica mattina.jpg

La domenica della finale, tutti a scuola di Mental coaching  (©RDOphoto)

Mi presti una racchetta?

Cosa distingue un Challenger da un Masters 1000? Beh, per esempio, il fatto di poter trascorrere la giornata a contatto di gomito con i giocatori. Accanto ai giornalisti intenti a scrivere, arriva per esempio Marcel Granollers per fare una seduta di cyclette; oppure giunge Matteo Viola a salutarci dopo la sconfitta; o, ancora, si accomoda nelle poltroncine della stanza il vincitore Roberto Carballes Baena per chiacchierare con noi e il suo coach. Ma non solo. Lo stesso Carballes Baena, stranamente sprovvisto di racchetta il sabato, prima della semifinale, ne ha chiesta una in prestito al capo ufficio stampa del torneo – nonché collaboratore e fotografo di Ubitennis – Roberto Dell’Olivo. Con il suo coach, l’ha usata per l’allenamento e, dopo la vittoria contro Granollers, per scaramanzia, l’ha tenuta anche per l’allenamento di domenica prima della finale. Insomma, la rachetta di Roberto gli ha portato bene poiché in finale ha asfaltato con uno spietato 6-1 6-0 il possente Gerald Melzer!

roberto e coach.jpeg

Roberto Carballes Baena con il suo coach, con il trofeo raffigurante il Pomagagnon,  la montagna alle loro spalle (©RDOphoto)

Una racchetta anche per i giornalisti…

Non solo penna e computer. Anche i rappresentatnti della stampa presenti all’ATP di Cortina hanno impugnato la racchetta per disputare la prima edizione del torneo giornalisti. Ubitennis.com ovviamente non poteva mancare e ha difeso i suoi colori grazie alla bella prestazione di Ilvio Vidovich. Ilvio però non è riuscito a ripetere l’exploit di Umago e, a vincere il torneo è stato Lorenzo Cazzaniga, voce di Eurosport e direttore del “Tennis italiano”.  Inoltre, hanno raggiunto le semifinali anche i nostri Daniele Flavi e Roberto Dell’Olivo. 

Copia di torneo giornalisti.jpg

La squadra dei giornalisti prima dell’inizio delle ostilità insieme al direttore del torneo, Andrea Mantegazza (©RDOphoto)

A proposito di giornalisti, la quarta edizione del Challenger di Cortina ha visto scendere in campo anche la nota voce di Sky Sport e co-conduttore del programma “Edicola Fiore” Stefano Meloccaro. Tuttavia Stefano ha disputato il vero torneo, partecipando alla gara di doppio insieme ad Alessandro Giannessi.

meloccaro 28 copia.jpeg

Stefano Meloccaro con Alessandro Giannessi alla fine della sua prima partita ATP. Per lui all’attivo un record del mondo , il primo match giocato ad oltre cinquant’anni….ed anche il primo game ottenuto nel circuito professionistico. Per la cronaca  è finita 6-0, 6-1. Melzer non ha saputo fare di meglio in finale! (©RDOphoto)

 

Una chiacchierata con Stefano Lopez, manager dei Top players

Alla fine del torneo, eccoci pronti per una diretta facebook insieme a Roberto Dell’Olivo e ad Ilvio Vidovich per fare un bilancio dell’evento. E, insieme a noi, si accomodano anche Luca Serena (main sponsor del torneo) e  Stefano Lopez, celebre ex-manger dell’IMG che ha seguito negli anni ’90 tanti Top 10 nonché dei n. 1 del mondo come Pete Sampras, Jennifer Capriati, Monica Seles, Ivan Lendl…

diretta facebook.jpeg

Da sinistra Luca Serena, Ilvio Vidovich, Laura Guidobaldi, Roberto Dell’Olivo e Stefano Lopez (©RDOTENNIS)

 

…… All’anno prossimo.     Grazie Laura. L’appuntamento è per la quinta edizione degli Internazionale nel 2018

Rispondi