TOP

Palau e Napoli uniti nel nome del tennis

Una volta Palau era collegata con Napoli direttamemente via mare. Grazie al tennis la citta campana è tornata ad essere vicina, almeno per un week end, alla cittadina palaese. Nove giovani promesse del Tennis club Palau hanno effettuato un viaggio per capire cosa vuol dire davvero essere un tennista. Si poteva  scoprirlo restando  in Sardegna, ma vuoi mettere l’accoppiata con un viaggio in continente. Il tutto mosso dalla grancde passione di Pierpaolo Comiti, l’istruttore del club di Via del Faro, che ai suoi allievi vuole bene davvero.

Un selfie alla partenza per Napoli

IL VIAGGIO
50 minuti per arrivare ad Olbia, un ora di volo fino a Fiumicino e poi la partenza in auto alla volta di Napoli, Nel primo pomeriggio si é gia operativi all’ Accademia Tennis Napoli, un paradiso del tennis.
Ci troviamo nella zona di Fuorigrotta, non troppo lontano dallo stadio di calcio San Paolo, ora intitolato a Diego Armando Marradona.

La zona di Fuorigrotta con le luci dello stadio di calcio, sullo sfondo Nisida e l’isola di Ischia ©foto di Roberto Dell’Olivo

IL PROGRAMMA
Ad accogliere il gruppo palese c’è lo staff napoletano con Aldo Russo in testa, l’ideatore del progetto, il maestro Marco Valletta, l’ex campionessa italiana a livello giovanile, Federica Sacco, insieme al preparatore atletico Fabio Fasano. (http://www.accademiatennis.it/)

Lo staff dell Accademia Tennis Napoli insieme all’istruttore palaese Pierpaolo Comiti

Una vera e propria full immersione tra tattica, tecnica, preparazione atletica ed anche analisi degli aspetti mentali.  Proprio. come fanno i veri professionisti. In questa accademia nulla viene fatto per caso.
Non c’è nemmeno il  tempo per vedere il mare di Mergellina e tanto meno i presepi di San Gregorio Armeno. Il tennis davanti a tutto. Con i complimenti dell’Accademia Napoli a Palau. “Ragazzi seri educati sono difficli da trovare.”

Tutti insieme subito dopo il pranzo

GRAZIE NAPOLI
Un week end che segna  un potenziale nuovo inizio, ma che ha il difetto di durare troppo poco. Domenica nel pomeriggio si riparte. I ragazzi sono tutti stanchi ma felici e allora il presidente Francesco Vecchiarelli decide per un ultima tappa fuori programma. Se non si è visto il mare di Napoli allora ecco servito quello di Ostia. Un gelato,  i piedi a mare,  prima di salire sulla-aereo e tornare a casa. Pronti per una nuova stagione tennistica.
Martedi eccoi piccoli campioni tornare in campo in via del Faro, tutti arricchiti dell’entusiasmo napoletano. Si sono rituffati subito a seguire gli allenamenti di Pierpaolo. Ma solo dopo aver urlato tutti insieme un bel GRAZIE NAPOLI

Rispondi