TOP

Una settimana da dimenticare. Zannin out per tutta la stagione. A Rosà la testa è altrove

Una settimana complicata per il Feltre. La notizia che il suo capitano Elena Zannin dovrà essere operata per la rottura del crociato ha destabilizzato un po’ l’ambiente. Difficile fare a meno di Elena per tutti gli equilibri in campo di cui questo Feltre ha bisogno.

Elena Zannin capitano del Feltre da quando è tornato ad allenare Giulio Carpene (foto rdosport Marta Magni Images)

Il match di Rosà (prima di sabato tre punti avanti in classifica) sulla carta era di quelli da poter affrontare a viso aperto. Ma si è visto subito dalle prime battute che non era proprio serata. Speggiorin ha raccolto i gradi di capitano da Elena ed anche il ruolo, spostandosi dalla zona 2 alla zona 4. Ma certo si sapeva avrebbe perso un po’ della sua incisività. De Paolis è alle sue prime esperienze in serie C, parte da titolare come opposto.

Bugana e De Paolis durante il riscaldamento pre partita (foto Rdosport Marta Magni Images)

Scopel ha meno punti di riferimento e fa fatica a servire i centrali, chiamati sulla carta a compensare alcune difficoltà in ‘banda’, ma serve ovviamente anche una ricezione all’altezza. Se contro il Synergy Venezia la squadra aveva reagito bene alla mancanza di Zannin, sabato non è stato propriamente cosí.

Zannin insieme a Scopel nell;’ultimo match giocato dal capitano in Coppa Veneto (foto Rdosport Marta Magni Images)

Per fortuna c’è ora la pausa natalizia che Giulio Carpene utilizzerà per assemblare il nuovo sestetto. “Ci si dovrà allenare quasi tutti i giorni.” Un Feltre che era partito con buone ambizioni e che ora gioco forza deve ridimensionare i propri obiettivi. Dopo il quasi abbandono di Benedetta Schenal impegnata all’università ed ora senza anche il capitano, cercasi una nuova schiacciatrice.

Benedetta Schenal – Pallavolo Feltre stagione 2022-23 (foto Rdosport Marta Magni Images)

Le giovani della rosa fanno quello che possono, ma certo servirà inventarsi qualcosa di importante. Contro il Rosà la Pallavolo Feltre ha tenuto botta alle avversarie solo in parte del primo e terzo set, non riuscendo mai a trovare delle valide contromosse alle certezze in attacco delle vicentine.
In classifica restano ancora 4 i sestetti alle spalle delle feltrine, mentre il Synergy ha battuto il Bremas e si è portato a +3.

Valentina Pavei in ricezione (foto Rdosport Marta Magni Images)

Il prossimo match è in programma il prossimo 13 gennaio alla Luzzo contro il New Volley Vicenza Est, che di punti ne ha 6, contro i 14 del Feltre. Uno di quei confronti assolutamente da non perdere. “L’unica ricetta che conosciamo è quella dell’impegno e del lavoro.” A parlare è Giulio Carpene. Da stasera si torna quindi in palestra con il capitano Zannin presente ad infondere anche lei coraggio alle sue compagne.

Elena Marcon si improvvisa alzatrice (foto Rdosport Marta Magni Images)

IL TABELLINO

ROSÀ – FPB CASSA FELTRE 3-0 (25-19, 25-14, 25-18)
ROSÀ: Alberton 5, Bartolomei 4, Consiglio 3, Costacurta 12, Facchinello, Facco 3, Ferraro 1, Frigo, Lilaj 10, Vigo 4, Zaggia. Liberi:Cerato e Giacobbo. Allenatore: Bittante.
FPB CASSA FELTRE: Sommacal 4, Marcon 3, Pavei 4, Scopel 4, Gorza, De Boni, Speggiorin 10, Bugana, Rech, Scussel, D’Alberto, De Paolis 2. Liberi: Natalone e Zallot. Allenatore: Carpene.

LA CLASSIFICA

LAGUNA 24, I COLORI DEL VOLLEY 21, FUTURVOLLEY TRECENTA e SITTA VERONA 18, ROSÀ 14, SYNERGY VENEZIA 13, FPB BANCA FELTRE 10, SAVIO PD e NEW VOLLEY VICNEZA EST 8, FIDIA ADUNA 3, BREMAS 0.

 

 

Rispondi