TOP

L’esordio della Verde Isola in prima categoria

Un pomeriggio di sole ancora estivo. Fa piuttosto caldo alle 16, quando comincia l’allenamento della Verde Isola, la squadra di calcio di Carloforte. Agli ordini di Pasquale Lazzaro, riconfermatissimo alla guida dei tabarkini, dopo lo stop per covid, con tanta voglia di ricominciare a correre e vincere.

“Abbiamo una bella squadra, il presidente Giuseppe Buzzo ha fatto come sempre salti mortali. Non ci nascondiamo, ma certo ci vorrà un po’ di tempo per oliare tutti i meccanismi.”

Domenica la Verde Isola riparte da Carloforte.Siamo contenti di iniziare davanti al nostro pubblico questa nuova avventura in prima categoria racconta Pasquale Lazzaro faremo tutto il possibile per iniziare subito col piede giusto. Vogliamo fare felici i nostri tifosi.” 

Il quartiere generale della Verde Isola, è risaputo si trova al Ristorante A Galaia, tra i carruggi di Carloforte, dove abbiamo avvicinato coach Pasquale al termine del suo turno di lavoro, peraltro  solo dopo aver ottenuto il permesso di Maddalena, la moglie del presidentissimo Giuseppe, proprietario del ristorante e l’assenso del figlio Tore, la mascotte della Verde Isola. Una società che è anche una grande famiglia, oltre ad essere un tratto caratteristico di San Pietro. Chi approda in quest’isola non può non conoscere questa realtà sportiva e gustarne la sua genuinità.

Il primo avversario di domenica (inizio alle 16) sarà il Gialeto 1909. “Che affronteremo con quella giusta dose di  emozione, dettata dal trovarsi finalmente di nuovo insieme ai nostri tifosi.”   Al termine, per chi vuole, ci sarà il tempo per andare ad ammirare un bel tramonto dalla spiaggia de La Caletta o da Capo Sandalo. Non di certo per Pasquale, pronto invece a ritornare al ristorante A Galaia dove, comunque vada, vi riserverà sempre un bel sorriso.

LA ROSA DELLA VERDE ISOLA STAGIONE 2021-22: Alberto Arrais, Giovanni Aste, Giovanni Boi, Mattia Cappai,  Christopher Cimmino,Moreno Congia, Matteo Cosa, Andrea Damele, Antonio Darco, Silverio Feola, Fabio Ferraro, Giuseppe Francioso, Simone Giovanili, Simone Granara, Antonio Grosso, Nicola Lazzaro, Cesare Luxoro, Martino Madeddu, Lorenzo Obino, Matteo Pinna, Battista Rosso.

 

 

 

 

Rispondi